Quebec City una piccola città, tante sorprese

L’autunno è ormai cominciato, quale stagione migliore per visitare una delle città più importanti del Canada: Quebec City?
Fino da quando le mie insegnanti, alle medie, mi hanno commissionato una ricerca sul Canada e le sue bellezze ho iniziato a voler conoscere la provincia del Quebec e la sua storia.
E finalmente ce l’ho fatta! Visitare questa città, per me è stato un tuffo nel passato e  una grande scoperta! Non pensavo che una città così “minuta” rispetto allo standard americano avesse così tanta storie da offrire!
Quebec City è decisamente una città raccolta e circondata da foreste e alberi che ben richiamano le nuance dei colori autunnali.
Una città molto particolare sul fiume San Lorenzo nella regione francofona canadese. Due  le lingue parlate: inglese e francese, divisa in due anche la città: Vieille Ville e Nouvelle Ville.
La Vieille Ville, unico quartiere cinto da mura, è diventato recentemente patrimonio dell’Unesco ed ospita il borgo storico. A dominarla il lussuosissimo hotel: Château Frontenac, un hotel con 600 stanze suddivise su 18 piani.
La Nouvelle Ville invece ricalca perfettamente lo stile americano della città con un certo stile europeo; Quebec City rappresenta il più antico insediamento europeo in Canada, in quanto fondata  intorno al 1600.
Tra i luoghi da non perdere:  le Pianure di Abramo (Plaines d’Abraham), zona di battaglia  fra inglesi e francesi per il dominio dell’emergente regione della Nuova Francia e la Cittadella, famosa attrazione ma anche la fortificazione militare più grandi di tutto il Nord America, dove è possibile ripercorrere la storia del Ventiduesimo Reggimento Reale,tra medaglie, uniformi, bandiere, vessilli e armi d’epoca.
Quando ho visitato la città, in estate, ho avuto la fortuna di assistere a una delle manifestazioni storiche e più importanti di Quebec: il Festival della Nuova Francia.
Il Festival, che ha luogo ogni prima settimana di agosto, è nato per celebrare l’arrivo dei primi coloni europei in America e i 400 anni di storia di Québec City. Il centro storico si anima per cinque giorni con sfilate, mostre, mercatini e bancarelle di ogni genere. Ogni anno vengono rievocati dei personaggi storici per la città, i pionieri, e viene coniata una medaglietta in ferro dedicata all’evento.
Da non perdere inoltre la visita al Parlamento della città e i suoi giardini.
Quebec City la città che mi ha stregato!

6 Replies to “Quebec City una piccola città, tante sorprese”

  • That is a good tip particularly to those new to the blogosphere.
    Short but very accurate information… Appreciate your sharing
    this one. A must read post!

  • Il Canada mi ha sempre affascinato ma non ho mai approfondito su quali città meritasse visitare e quali meno. Quebec City dev’essere davvero bella; mi piace l’idea della parte vecchia con le sue mura (che andrei subito a visitare) e di quella nuova.

  • Mio cugino vive in Canada e sono anni che mi riprometto di andarlo a trovare finchè questa emergenza ci ha bloccato tutti ed ho capito che è meglio fare subito le cose che desideriamo prima che sia troppo tardi. Questo, ovviamente, è applicabile in tutti i campi della vita! In ogni caso, grazie per i tuoi preziosi consigli. A fine emergenza andrò sicuramente! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *