Seattle: wine, crabs, friends al Pier 57

Miners Landing Pier 57 Seattle

Nel periodo di reclusione forzata, sta girando in rete un giochino (ndr. che mi ha fatto conoscere Paola), composto da un quadrato con 400 lettere (20×20) che si intitola “After the Quarantine“.

Le prime tre parole che appaiono, rigorosamente trovate a colpo d’occhio, dovrebbero rappresentare le prime cose che si faranno dopo la reclusione. Curiosi? Il mio risultato? wine-crabs-friends.

Queste tre semplici parole mi fanno venire in mente una città che ho visitato nel mio ultimo viaggio negli States: Seattle.

Miners Landing on Pier 57 - Seattle
Miners Landing on Pier 57 – Seattle

Seattle, situata nell’estremo nord-ovest, a pochi km dal confine con il Canada, è una città portuale diventata famosa per la serie tv Grey’s Anatomy. E’ anche la patria di Nirvana e di Starbucks e ospita le sedi di due grandissimi imperi: Microsoft e Amazon; e il suo Space Needle (inaugurato per Expo 1962) è l’edificio più famoso e particolare al mondo.

Le tre parole in questione wine-crabs-friends mi riportano alla mente un ristorante del porto in cui abbiamo cenato durante il nostro soggiorno in città: The Seattle Crab Pot .

Ci siamo capitati per caso, quando, passeggiando per i Pier in cerca di un posto dove cenare ci siamo fatti attirare dall’insegna e sopratutto dalla possibilità di fare i soliti scatti idioti tipici di una vacanza tra amici (friends). Il Seattle Crab Pot si trova nel Pier 57 (il cui nome completo è Miner’s Landing Pier 57) forse uno dei moli più caratteristici e turistici della città, tanto da ricordare vagamente il Pier 39 di San Francisco. Nei dintorni del molo, possiamo ammirare negozi di articoli da regalo, ristoranti, l’acquario cittadino, e la routa panoramica.

Luca and crabs

Dal molo 55, a pochi metri dal 57, partono le crociere panoramiche in battello che permettono di apprezzare Elliott Bay e lo skyline. La gita ci regala meravigliose viste su Mount Rainier, Colman Dock, Olympic Mountain e si conclude con un passaggio attraverso le gru color minio (tipiche dello skyline cittadino) del carico-scarico merci e il quartier generale di Starbucks.

The Seattle Crab Pot Seafest
The Seattle Crab Pot Seafest

Il Seattle Crab Pot serve un piatto tipico: il Seafest: “la pentolaccia”. Si tratta di una vera e propria pentola (ovviamente ce ne sono di diverse misure) piena di pesce misto, carne e verdura. Chele di granchio (crabs), gamberoni, salmone, pannocchie di mais tostato, totani, salsiccia, jacked potatoes cotte al vapore o in pastella ne fanno capolino. Il contenuto, rovesciato direttamente sul tavolo, viene spaccato con un martelletto in legno. E gli scarti? Beh, rigorosamente buttati a terra o nella ciotola posta per terra vicino al tavolo dei commensali.

E il wine cosa centra? Beh, normalmente il pesce dovrebbe essere accompagnato da un certo tipo di vino… peccato che non siamo dei gran intenditori e, dovendo risparmiare perché sempre on the road ci siamo accontentati di acqua e Coca Cola! XD

Thanks to The Crab Pot for photo dish

23 Replies to “Seattle: wine, crabs, friends al Pier 57”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *