Big Sur on the road

Big Sur Highway 1

Big Sur, una strada costiera che si estende per circa 110-114 km, meta di turisti in cerca di punti strategici per scattare magnifiche foto sull’oceano californiano.

Si estende da Carmel by the Sea a nord e San Simeon a sud. Una strada a doppio senso a picco sull’oceano con i retrostanti monti Santa Lucia che la costeggiano.

Abbiamo deciso di percorrere un tratto di questa strada per vedere anche noi l’oceano e fare delle foto memorabili, senza renderci conto che a breve avremmo vissuto un’avventura.

La nostra Nissan Armada

La nostra Nissan Armada
La nostra Nissan Armada

Tra le avventure che segnano il nostro viaggio della West Coast, sicuramente non avremmo mai pensato di dover essere costretti a cambiare l’auto noleggiata a Seattle per ben tre volte.

Prenotando con il noleggio Thrifty da casa, la vettura da noi scelta sarebbe stata una Jeep Grand Cherokee visto i numerosi bagagli: 4 persone con 4 valigie e 4 zaini.

Purtroppo e per nostra sorpresa, non abbiamo trovato l’auto dei nostri sogni ma un van Ford che, per sua sfortuna, abbiamo dovuto cambiare quasi subito a causa dei numerosi sali scendi affrontati a Seattle. Ogni volta che la ruote giravano nella parte posteriore, dove ero seduta io per intenderci, si sentiva un rumore di ferraglia e i freni stridevano, saranno stati consumati? Non lo sapremo mai, ma di sicuro non potevamo fare altri 5000 km in queste condizioni!!

Non vi dico come è stato divertente arrivare fino all’aereoporto internazionale di Missoula con questa auto così rumorosa e sentirsi dire che dovevamo andare fino a Bozeman in Montana per prenderne una in sostituzione.

Arrivati a Bozeman, e dopo aver fatto la fila per i rental car parliamo con una signorina che ci affida un Dodge. Peccato che il baule del Dodge non potesse contenere tutti i nostri bagagli, anzi adirittura abbiamo dovuto togliere il pannello che lo copre e ancora rimaneva uno zaino fuori.

Ritorniamo dalla signorina della Thrifty, spieghiamo la situazione e chiediamo un nuovo mezzo. Daniele la informa che se non riusciamo a caricare le valigie ci vedrà ritornare ma lei ci assicura che non lo faremo..

Va beh, vedremo… Questa volta ci affida una Nissan Armada… che macchina è? boh? Ma ci staranno le valigie?

Appena vista l’auto capiamo che le valigie ci staranno ampiamente… certo che se ci avessimo pensato prima, il nome era evocativo!

Ma ora ritorniamo al nostro Big Sur

Big Sur on Highway 1

Come anticipato la strada costiera, Highway 1, è ideale per due auto di stazza normale, i paesaggi sono stupendi. Da un lato le montagne di Santa Lucia dall’altro la costiera, e dopo pochi metri l’oceano. Tantissime le piazzole utili a scattare delle fotografie stupende.

Peccato che il fato stava per tirarci un brutto scherzo. Dopo uno stop per fotografare le bellezze naturali del luogo, un camper mansardato modello Minnie Winnie ci si palesa davanti andando ad una velocità bassissima.

Purtroppo, visto anche la nostra dimensione, non abbiamo potuto fare molto! Non potevamo superarlo perchè la strada è stretta e rischiavamo di finire nello strapiombo ma la cosa ancora più brutta e che a causa della sua stazza non potevamo nemmeno ammirare il paesaggio che ci circondava.

In questo modo quelle poche ore che eravamo riusciti a dedicare alle bellezze naturali decidendo di percorrere una parte di Big Sur sono andate in fumo a causa di questo camper rompiscatole!

E stato divertente passare del tempo a parlare in auto, a volte anche imprecando contro il Minnie Winnie, però da questo momento avevo scoperto che io, nonostante la mia piccola altezza 164cm, ero in grado di coricarmi completamente all’interno del bagagliaio per andare a prendere le cose all’interno degli zaini posti dopo le valigie vicino al portellone. Ormai le misure non ci servono più, possiamo riempire la nostra Armada quanto vogliamo!

11 Replies to “Big Sur on the road”

  • Il problema all’auto è davvero una seccatura quando si viaggia! In Scozia io ho bucato una gomma vicino a Loch Ness e sono dovuta arrivare su Skye per poterla cambiare… Non vi dico che incubo!

  • Io ci sono stata nel lontano 2000 con i miei genitori! Quanto tempo è passato! Mi aveva colpito tantissimo però.. Se ci ritornerò però mi ricorderò che per vedere bene il paesaggio è importante non avere “muri” davanti 😀

  • Che avventura con la macchina… anche io quando sono stata negli Stati Uniti, più di una volta ho avuto qualche problema con l’auto noleggiata (una volta non corrispondeva a quella prenotata dal sito e un’altra, invece, abbiamo dovuto pagare un extra, tra l’altro abbastanza alto, per avere un’auto più grande visto che in quella prenotata non ci stavano le valigie). Comunque mi piacerebbe moltissimo percorrere la Big Sur! giusto in questi giorni sto guardando la serie Big Little Lies ambientata a Monterey e ho una voglia incredibili di vedere con i miei occhi questi posti.

  • Bhe guarda… leggendo il tuo articolo, non posso che ribadire il concetto, l’imprevisto è sempre dietro l’angolo quando si viaggia! Anch’io ho avuto una disavventura con un noleggio auto, ad Ibiza, io e la mia amica arriviamo al rental car di turno e la nostra macchina, ovviamente prenotata via web mesi prima, non c’è! Poi per fortuna nell’arco della giornata hanno risolto tutto, però sono sempre seccature che fanno perdere tempo…

  • Anche noi abbiamo avuto problemi con la macchina ed è capitato nel posto più sperduto della Monument Valley. Alla fine era una scemenza e siamo riuscite a risolvere da sole, ma l’imprevisto può capitare sempre!! BIG SUR è uno dei luoghi in cui vorremmo sicuramente tornare. Vedremo. Nel frattempo grazie di questo tuffo nel passato!

  • Che bellissimi ricordi sono riaffiorati leggendo il tuo post! La strada del Big Sur è stata una delle tappe del viaggio di nozze nel 2016 ovvero un on the road da New York a Las Vegas per poi girare la California! Fortunatamente non abbiamo avuto grandi disavventure… Solo un sassolino che ha scheggiato un finestrino! 😅

  • Un vero peccato non aver potuto godere appieno delle meraviglie del Big Sur! A me aveva incantato quella strada a picco sul mare, fra improvvise calette sabbiose tra le rocce, sbuffi di nebbia dall’oceano e un vento sferzante. Ma, si sa, gli imprevisti fanno parte del viaggio ed è comunque bello poterli ricordare con un sorriso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *