Breakfast time in America

Dove andiamo per colazione? Una domanda che tutti i viaggiatori on the road per gli States si fanno spesso. Non tutte le strutture ricettive prevedono infatti la possibilità di farla in loco oppure semplicemente si sfrutta l’occasione per cercare un nuovo posto dove poter assaporare qualcosa di diverso.

Ed ecco che ci si imbatte in luoghi particolari e curiosi dove non si sarebbe mai pensato di poter fare colazione. In questo post vi propongo i miei 6 specialissimi luoghi del cuore in giro per gli States.

Starbucks e Dunkin’ Donuts

In primis, Starbucks e Dunkin’ Donuts. Le catene più conosciute e principali concorrenti sulle due coste statunitensi – in Canada il gemello Tim Hortons – e di cui vi parlo più ampiamente in questo articolo.

Dunkin’ Donuts, il re dell’East Coast, propone ciambelle (donut) con ogni tipo di glassa e ripieno a soli 0.99 $. E’ aperto sette giorni su sette e 24 ore su 24. A Boston, per esempio mi è capitato di comprare ciambelle appena sfornate e calde alle due di notte ed è stato bellissimo vedere quanta gente era in fila per acquistarle. Quali ho apprezzato di più? Quella con la marmellata e glassa di fragole e quella con la bandiera americana con tanto di stelline zuccherate e ripieno alla ciliegia.

Starbucks al contrario è molto più diffuso nella West Coast, in quanto nato a Seattle. Di Starbucks apprezzo soprattutto le bevande fredde quali Green Tea Lemonade e i cappuccini, frappuccini  accompagnati dalla cinnamon roll e soprattutto amo comprare le miscele originali di caffè.

Lori’s Diner a San Francisco e Mike’s Pastry a Boston

Due altri posti che ritengo adorabili e consiglio vivamente sono Lori’s Diner e Mike’s Pastry.

Dall’atmosfera tipicamente americana anni ’50, Lori’s Diner, a San Francisco, serve abbondanti colazioni a base di pancake e succo di mela, oltre al tipico brunch americano o alla colazione salata a base di uova strapazzate, pomodori, salsiccia etc. Auto d’epoca, juke box, biliardini e flipper fanno capolino nel locale che in un certo senso ricorda anche quelli sulla Route 66.

Mike’s Pastry, a Boston, è il paradiso dei cannoli siciliani. Qui ci siamo arrivati per caso dopo una manifestazione in pieno centro città. Incuriositi dalla scatola bianca, e dopo aver attivato la classica ricerca su google, abbiamo scoperto questo splendido localino che merita davvero una visita! In questo negozio, situato all’inizio del quartiere italiano, si trovano i migliori cannoli italo-americani. Favolosi cannoli con ogni tipo di ripieno: cioccolato bianco, fondente, gianduia, fragola, limone, lime, cappuccino, ricotta… Il confezionamento della scatola è molto particolare. Sul soffitto infatti sono appesi dei rotoloni di spago e non appena i cannoli vengono appoggiati nella scatola, i commessi, in pochissimi secondi e con un’agilità straordinaria, passano lo spago intorno ad essa per creare un vero e proprio pacco regalo.

Pike Place Market a Seattle e The Cheesecake Factory a San Francisco

Grande sorpresa: il Pike Place Market di Seattle, il cui simbol è Rachel the Piggy Bank; la statua di un maialino. Conosciuto per il ” lancio del pesce” da una bancarella all’altra, il mercato raccoglie in esso negozietti e bancarelle con tipicità locali. Per la mia colazione, ho scelto ” The Juice Emporium” dove ho potuto assaggiare lo smoothie più buono, meno costoso e abbondante di tutta la mia vacanza.

Altra curiosa colazione made in San Francisco? La Cheesecake Factory sul tetto di Macy’s. Vetrine piene di cheesecake di tutti i tipi e per ogni gusto: frutta, cioccolato, spezie.. coloratissime superbontà made in USA!

E voi? Dove avete fatto colazione negli States o in giro per il mondo?

16 Replies to “Breakfast time in America”

  • Quanti bei posti! Sono stata negli USA ma gli hotel avevano sempre la colazione inclusa… dunque, dopo l’abbuffata al buffet difficile mangiare altro! Però effettivamente, tornassi indietro la farei… ho solo cenato a San Francisco

  • Mamma mia che gola!!! Io, a San Francisco, ho provato The Cheesecake Factory: solo negli Stati Uniti l’invito all’obesità è una cosa bella 😀

  • Non sono una grande amante di dolci ma le colazioni da Starbucks sono un must in ogni paese in cui sono andata. Purtroppo non ho avuto modo di provare la catena in America ma spero di recuperare quanto prima. E poi vuoi mettere la gioia di vedere il tuo nome sul bicchiere? 😀

  • Da brava golosa la colazione è il pasto che preferisco, solo a vedere tutte quelle belle ciambelle colorate mi viene l’acquolina in bocca 🤤 purtroppo non sono mai stata negli USA, ma quando sono in viaggio la capatina da Starbucks ogni tanto ci scappa.

  • Sono una grande fan della colazione, anche se mi piace mangiare in generale, quindi non so se faccio testo. In USA però la colazione è un must che ci siamo concesse diverse volte durante i nostri viaggi. La migliore colazione? Non saprei, ma ho adorato i pancakes di Denny’s!

  • Che bel post! 🙂 La possibilità di far colazione o in generale di acquistare ciambelle alle due di notte mi ha fatto male come una rasoiata, visto che dove vivo io chiude tutto prestissimo. Vita grama! Nostalgia dei viaggi negli USA!!

  • La colazione è una delle scelte più accurate che facciamo in viaggio, in America non ci siamo fatte sfuggire l’occasione di provare Dunkin’ donuts, starbucks e tante piccole pasticcerie locali con colazioni in vero stile americano. Sentiamo ancora la nostalgia per alcuni tipi di dolci che abbiamo provato a Boston, viene subito voglia di prendere un volo per sorseggiare una tazza di vero caffè americano!

  • Che bei posti particolari e che mangiate, alcune colazioni li ho visti in film americani, mi è nuovo quello dei cannoli e come li confezionano..sempre grandi gli italo americani

  • Credo che l’America sia davvero un paradiso in termini di ricche colazioni ipercaloriche! Ricordo ancora il primo morso che diedi ad una ciambella glassata di Dunkin’ Donuts. Goduria, ma meglio non pensare agli ingredienti!

  • Di norma la fame mattutina mi acceca e cerco Starbucks ovunque come una fresca oasi di certezza. Faccio una sola eccezione a Miami, dove è fondamentale un pellegrinaggio da Rosetta Backery.

  • Che fame mi avete fatto venire!! Le opzioni per una colazione golosissima sono tantissime! Io ho provato Tim Horton’s qui a Cardiff e devo dire che è sempre un piacere andarci!

  • Diciamo che io sono più propensa alla colazione italiana rispetto a quella americana… negli Stati Uniti ho quasi sempre fatto colazione da Starbucks o da Dunkin’ Donuts dove ho assaggiato delle ciambelle davvero golose. A San Francisco sono stata anch’io alla Cheesecake Factory sul tetto di Macy’s ma per un brunch durante il fine settimana. Da questo articolo si capisce che avete una lunga esperienza di colazioni americane: avete provato tantissimi posti.
    Per il mio prossimo viaggio negli USA (incrociando le dita che si possa andarci nel 2021) mi son segnata ” The Juice Emporium” , voglio anch’io provare un ottimo smoothie.

  • Durante il mio viaggio negli USA, nell’hotel dove soggiornavo la colazione era inclusa. Non ti dico le abbuffate la mattina! Ma poteva mancare la tappa per un assaggio al Dunkin’ Donuts e a The Cheesecake Factory? Assolutamente no. Se non per colazione, ci andavo per merenda!

  • Sono perfettamente concorde nel provare vari locali, sia che si tratti di colazione od un pasto più consistente. In fin dei conti anche quello è un modo per conoscere meglio un paese e le sue abitudini. Trovo simpatica l’idea di un locale stile fifties come Lori’s Diner: probabilmente sembrerà quasi di entrare in una macchina del tempo e venir catapultati in quel periodo, che bello! Mi ha incuriosito molto Rachel the Piggy Bank e non ho potuto non cercare la mascotte del Pike Place Market su Google Images: simpatica questa Peppa Pig dorata, anche voi avete strofinato il suo musetto in cerca di fortuna?
    R.

  • Adoro sia Starbucks che Dunkin’ Donuts. Anche se non disdegno altri locali. Di solito poi entro in un mall e scelgo un locale, tanto per provare. Invece quando sono negli aeroporti sempre Starbucks.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *