Colazione americana, una tradizione tutta statunitense

lori's diner san francisco

Durante il primo viaggio negli Stati Uniti sicuramente bisogna recarsi in qualche locale per provare la vera colazione americana!

Sia essa in hotel o in un locale sicuramente è una tappa obbligatoria per inziare al meglio la giornata!

Dolce o salato?

Probabilmente figli di pellicole cinematografiche e di serie tv ci siamo fatti l’idea della tipica colazione americana. Pancetta e uova sfrigolano all’interno di un tegame con olio, e dolci a volonta!

Di solito i cibi considerati dolci, come latte e cerali, succo di arancia, toast con marmellata o miele vengono serviti come starters poi si passa ai cibi salati. Tra i più noti uova con bacon, insaccati,verdure e legumi.

Una valida alternativa sono i french toast farciti con uova e bacon cotti in padella con burro e olio, e per concludere un dolcino di fine pasto: waffle, donuts, muffin o gli ormai noti pancake con sciroppo d’acero.

Questo tipo di colazione detta “all’americana” non è sempre stata così.

Fino ai primi anni del 900  la colazione era a base degli avanzi della cena del giorno precedente, poi si è sviluppato il rito della colazione come lo conosciamo oggi.

Inutile ricordare che questo pasto può essere consumato a casa o in alcuni locali prima di recarsi al lavoro.

La mia prima colazione americana: da Lori’s Diner

La mia prima esperienza di colazione americana risale al lontano agosto 2005.

La prima mattina, di buon grado, ci siamo incamminati per le stradine cittadine in cerca di un postodove poter mangiare.

Ed eccolo lì, appena girato l’angolo e percorso un pezzetto di Shutter Streetal numero 500, c’era Lori’s Diner!

Di quel posto conservo ancora gelosamente il tovagliolo e il menù!

Forse sarà lo stile anni 60, il richiamo ad Happy Days, juke box, tavoli con panche di color rosso, auto d’epoca e targhe ma ho adorato quel posto tanto da tornarci ogni volta che vado a San Francisco!

Qui, i maschietti si sono avventurati nella tipica colazione toast, pancetta, uova strapazzate.

Io invece ho assaggiato i miei primi pancakes con zucchero a velo e sciroppo d’acero accompagnati da succo di mela.

Ovviamente la razione era in tipico stile americano, gigantesca, ma una colazione così non potevo rifiutarla! 

Buonissimi! Tanto che anche 10 anni dopo, quando ci siamo ritornati abbiamo riassaporato il profumo di casa!

Le abitudini che non ho mai perso

Ancora oggi, quando sono in Italia non posso fare a meno del caffè americano!

Lo preparo quasi tutti i giorni compro le miscele di Starbucks trovate al supermercato o di Dunkin Donuts.

Inoltre la domenica, se non lavoro, preparo per tutta la famiglia i pancake o i waffle con lo sciroppo d’acero!

Consigli per una prima colazione da urlo

Lori’s Diner Ghirardelli Square, San Francisco

Sicuramente nelle grand catene, di cui vi ho già parlato in questo post Breakfast time in America, potete apprezzare non solo la tipica colazione americana ma anche il clima del paese.

Non è difficile incontrare nello stesso locale lavoratori, studenti o persone anziane che decidono di fare colazione insieme!

Ovviamente le grandi catene offrono la possibilità di lavorare in loco, garantendo anche una rete wifi libera o il cui codice solitamente si trova stampato nello scontrino della consumazione.

Se invece volete provare il real American style allora potreste avventurarvi nelle piccole caffetterie locali  o in periferia oppure accedere al ristorante/ lounge bar dei grandi alberghi.

Noi abbiamo sempre privilegiato locali conosciuti, grandi e con accesso a internet anche perchè proprio durante il tempo di attesa dei piatti ordinati, ne abbiamo sempre approfittato per preparare l’itinerario della giornata consultando guide, mappe o addirittura chiedendo consigli alle cameriere del posto.

14 Replies to “Colazione americana, una tradizione tutta statunitense”

  • Se c’è una cosa che ho amato di più in America, quella è la colazione. A ogni ora del giorno puoi mangiare toast, eggs and bacon senza che nessuno ti dia del dormiglione e dello scansafatiche. Ma poi il caffè…. da allora abbiamo comprato anche noi una macchina che eroga caffè americano, anche perchè abbiamo la fortuna di avere amici li, che ci portano il Caffè Donuts, che è il top!

  • Anch’io adoro Starbucks anche se non sono una grossa consumatrice di caffé americano. . Sono sempre stata legata alla colazione dolce ma ultimamente sto imparando a mangiare anche il salato e devo dire che sto avendo benefici a livello di salute. Certo non mangio bacon o uova fritte.

  • Adoriamo la colazione americana – i pancakes con la frutta e il cappuccino che da qualche anno fanno molto bene un po’ ovunque. Quello a cui facciamo fatica ad abituarci è il caffè americano. Per noi l’espresso è l’unico caffè esistente – e ogni volta vaghiamo in cerca di un espresso decente! Ma come ci mancano gli States…

  • Con me sfondi una porta aperta! Impazzisco per le colazioni americane così caloriche e nutrizionalmente scorrette! Nel profondo Sud mi sono divertita con i beignets e le zuppe di avena che derivano dal cibo degli schiavi ma non ho disdegnato pancakes e salsicce! Un trionfo di golosità annaffiato da ettolitri di caffé leggero americano che, anche io, mi faccio anche a casa

  • Anche io, durante i weekend, mi lascio andare a colazioni abbondanti (che fanno anche pranzo) con ricettine tutte made in Usa. Tra pankakes e uova con il bacon, fiocchi d’avena e banana bread, ci aggiungo qualche avanzo. Negli Usa non si butta niente!

  • Quando sono in America non può mancare l’ottima colazione, mi piacciono i pancake e poi come resistere a Starbucks, mi fai tornare voglia di States

  • Se dovessi scegliere con cosa fare colazione in America sicuramente opterei per i pancake e un succo di frutta. Non so se riuscirei a mangiare uova e bacon, ma sarebbe da provare…il locale che hai consigliato sembra molto particolare, mi piace molto soprattutto per lo stile anni ’60.

  • Se c’è una cosa che mi manca dell’America è la colazione: ricordo un localino a New York splendido e un po’ infrattato dove abbiamo mangiato dei pancakes squisiti e delle torte da paura… Mamma mia che bontà!

  • Sono stata negli Stati Uniti sono 1 volta e non ricordo assolutamente le mie colazioni!!!!!! Sono qui a pensare e ripensare e niente! Ricordo dove e cosa o mangiato a pranzo e cena e non a colazione! Assurdooo! Però, anche se lontano dagli USA ho provato la colazione americana o meglio, spesso vado a fare brunch e mangio sia salato che dolce…lo adoto!

  • Anche io adoro il caffè americano, ma in Italia non lo sanno fare quasi da nessuna parte! E adoro la colazione salata, ma in versione inglese in onore della nostra famiglia allargata 🙂

  • Adoro la varietà e l’abbondanza delle colazioni americane ma per quanto riguarda il caffè ammetto di non riuscire a bere quello americano, troppo lungo. Preferisco l’espresso, soprattutto per il gusto forte.

  • Anche io durante il mio viaggio a New York, ho voluto provare la colazione americana. Devo dire che è stata una goduria anche le porzioni sono davvero esagerate. Durante la nostra vacanza siamo tornati nello stesso locale più volte e se mi dovesse capitare tornerei sempre li, i pancakes erano ottimi!

  • Che sognooooo e che languorino!!! Già solo entrare in un locale del genere e immergersi nell’atmosfera americana al 100% dev’essere uno spasso… senza parlare delle mega porzioni che farei fatica a finire ahahahahah! Adoro i pancake

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *