Ad Harlem, la patria dello swing: il Savoy Ballroom

For courtesy of Savoy Ballroom website

A New York tutti i quartieri rappresentano le radici di qualche cosa! Come nel Bronx nasce il genere hip hop, Harlem è il punto focale dello swing!

Difficile non notare come Google abbia dedicato al famoso locale Savoy Ballroom un bel doodle!

Non un locale come gli altri ma la patria dello swing!

Un pò di storia

Il doodle di Google

Inaugurata nel 1926 e chiusa nel 1956 la Savoy Ballroom racconta trent’anni di meritata carriera diei migliori ballerini e voci nere della città.

A differenza degli altri locali cittadini, la Ballroom era frequentata sia da bianchi che da neri.

La sua pista da ballo, grande quanto tutto l’isolato, permetteva di ospitare anche orchestre di una certa dimensione e “stazza”.

Il locale era soprannominato in downtown come “Home of the Happy Feet” mentre ad Harlem, il suo quartiere, era conosciuta come “The Track“.

L’angolo nord est della pista, il “Cat’s Corner” era varcato e riservato solo ai migliori ballerini della città!

Qui ebbero luogo le famose Battle of the Band che portarono al successo per esempio Ella Fitzgerald con il suo “Stomping at the Savoy” cantata anche con Louis Armstrong.

La targa commemorativa a ricordo del Savoy Ballroom

Uno dei pochi locali che da sempre ha avuto un’élite di ballerini che spesso si sono esibiti anche sui palchi di Hollywood e Broadway.

Nel 1939 il locale partecipò alla World Fair di New York raccontando la sua storia attraverso la mostra “The Evolution of Negro Dance” ma nel 1958 la sala vene chiusa.

Demolito qualche anno dopo, il Savoy Ballroom fu sostituito dal villaggio residenziale Delano Village.

Il 26 maggio 2002 venne posta una targa commemorativa in Lenox Avenue proprio a ricordo di questo locale storico.

One Reply to “Ad Harlem, la patria dello swing: il Savoy Ballroom”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *