New York da vivere: i nuovi musei

New York, Lady Liberty

Una New York tutta da scoprire quella del dopo pandemia. Dopo avervi raccontato delle novità, in questo post, abbiamo deciso di raccotarvi anche i nuovi poli museali in arrivo.

Si sa, New York è una delle città americane in cui possiamo viaggiare nella storia attraverso i musei.

Moma, Metropolitan, Guggenheim, American Museum of Natural History, National September 11 Memorial & Museum per citarne solo alcuni, e nonostante ciò l’offerta museale ancora aumenta.

Ecco le novità!

La Francia alla conquista degli States

Centre Pompidou – Jersey City. Courtesy OMA

Il celebre museo parigino Pompidou, dopo i già numerosi poli in giro per il monfo, decide di andare alla conquista della bella New York!

Scartata Manhattan per via della concorrenza museale del Soho district e Whitney, la scelta è ricaduta su Jersey City.

Perchè Jersey? Non solo perchè proprio di fronte a Manhattan, facilmente raggiungibile con i mezzi, ma perchè da anni i suoi magazzini in disuso si stanno riqualificando con sale mostra e musei.

Proprio uno di questi magazzini diventerà il nuovo polo museale Pompidou che dovrebbe aprire nel 2024 ,quando per un certo periodo chiuderà la sede centrale di Parigi – disegnata dall’italianissimo Renzo Piano – per una nuova e magnifica ristrutturazione.

Universal Hip Hop Museum, Bronx

il futuro Universal Hip Hop Museum nel Bronx

Proprio come il grunge, celebrato presso il MOPOP Museum di Seattle, un’altro genere musicale particolare avrà il suo museo.

Nel mese di maggio 2021 infatti è stata posta la prima pietra del museo dedicato ad un genere musicale spesso sottovalutato: l’hip hop.

Il museo nascerà nel Bronx e si dovrebbe inaugurare nel 2024.

Si chiamerà Universal Hip Hop Museum e sorgerà non lontano dal 1520 di Sedwich Avenue, dove proprio negli anni 70 nacque il genere e le prime battle of the band.

Molte le celebrità presenti alla posa della prima pietra nel museo che oltre a celebrare l’hip hop ci farà conoscere il DJ Scratching, Break Dance e graffiti.

Per maggiori informazioni visitate il sito dedicato al museo: https://uhhm.org/

Black Experience in New York

Forse con l’arrivo dei nuovi musei, del nuovo governo e dopo le problematiche sollevate dal movimento Black Lives Matter, New York si arricchisce quest anno anche di nuovi itinerari, visite guidate, tour artistici e letterari che raccontano la cultura Black.

Per maggiori informazioni e per scoprire i nuovi tour visitate il sito https://www.nycgo.com/the-black-experience-in-nyc

Summit One Vanderbilt

A ottobre, sarà possibile salire sula nuova torre di osservazione newyorkese all’interno di un palazzo completamente in vetro, l’One Vanderbilt già inaugurato nel corso del settembre 2020.

Quarto grattacielo più alto di New York, dopo la Freedom Tower, la Central Park Tower e 111 West 57th Street, posizionata proprio davanti ai già noti Empire State Building e Chrysler Building, la Summit One Vanderbit permetterà di ammirare la città dall’alto dei suoi 73 piani, per un’altezza di 397 metri, che salgono a 427 metri se consideriamo la guglia.

Summit, l’osservatorio che occupa il 57esimo, 58esimo e 59esimo piano verrà inaugurato il 21 ottobre 2021.

Oltre ad ammirare la cittadina dall’alto, i visitatori più spavaldi potranno accedere ad alcune cabine interamente in vetro, sospese al di fuori dell’edificio a quasi 400 metri di altezza e vivere così un’esperienza indimenticabile.

Per maggiori dettagli ed informazioni qui il link al sito https://summitov.com/

E allora buon viaggio a tutti!

12 Replies to “New York da vivere: i nuovi musei”

  • Il museo dell’hip hop mi incuriosisce molto pur non essendo una fan del genere. Come musei musicali ho visto solo il museo del sassofono a Bruxelles ed era stata una rivelazione!

  • Non seguo molto il genere, ma mi piacerebbe molto visitare il museo dell’hip hop, deve essere davvero interessante a livello culturale, ma anche solo per semplice curiosità.

  • adoro New York e la sua capacità di mutare rimanendo sempre fedele a se stessa. Ci sono sempre quartieri nuovi e attività per tutti i gusti. Adesso devo proprio tornarci e salire sulla Summit!

  • Il Centre Pompidou parigino è il mio museo preferito al mondo, ti ringrazio dell’informazione sulla futura chiusura perché significa che devo trovare un modo per tornarci prima che venga ristrutturato. E naturalmente anche dopo 🙂 Tra l’altro ignoravo completamente questo centro a NY, un motivo in più per sognare il ritorno negli States!

  • Dovevo andare a New York nel 2020 ma tutto saltato per colpa del covid. Spero di poter riorganizzare presto questo viaggio e terrò a mente i tuoi consigli. Mi piacerebbe salire sulla nuova torre del ’One Vanderbilt.

  • Torneremo presto a New York e mi sono già segnata tutti questi nuovi musei da visitare!! Mi sembra fichissima la nuova torre di vetro.. chissà!! Manchiamo da NYC dal 2015 quindi ci saranno sicuramente un sacco di novità. Speriamo si possa andare il prossimo anno!

  • New York è letteralmente la città dei musei e vedo che giustamente non si accontenta! Sono così eccitata all’idea di nuovi musei che rivedrei volentieri New York solo anche per questi!

  • Due nuovi musei a NY davvero interessanti, non sono mai stata in un museo dedicato alla musica è davvero curioso, almeno per me.
    Le cabine che sporgono dal grattacielo a 400 metri d’altezza mi fanno paura solo a sentirle nominare, però forse le proverei, una scossa di adrenalina ogni tanto ci vuole!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *